My Cooking veg


Lascia un commento

Focaccia (da preparare con olive o quello che vi pare)

Questa focaccia nasce onnivora, perchè è la preparazione che viene adottata per preparare la sofficissima focaccia con i ciccioli. Chiaramente i ciccioli si possono sostituire con dei pezzetti di barretta di seitan affumicata, olive o quello che vi pare.

focaccia

Ingredienti:

500 g farina Manitoba

1 bustina di lievito di birra

200 ml acqua tiepida

2 cucchiaini di zucchero

2 cucchiai di olio

sale qb

Preparazione:

Nel frattempo far rinvenire il lievito con una puntina di zucchero in 50 ml (mezzo bicchiere) di acqua tiepida per una decina di minuti (si formerà una bella schiuma, a questo punto il lievito è pronto per essere aggiunto agli altri ingredienti).

Nella ciotola della planetaria mettere la farina, lo zucchero, il sale e l’olio, aggiungere il lievito attivato e iniziare ad impastare (vel. 2) aggiungendo pian piano l’acqua tiepida. Impastate finchè si formerà un panetto che si stacca dalle pareti della planetaria. Unite le vostre aggiunte (es. olive) e continuate ad impastare.

Trasferite l’impasto in una ciotola e copritela con un canovaccio. Fate lievitare in luogo tiepido per almeno 2 ore (io la metto nel forno, con la luce accesa).

Trascorso il tempo di lievitazione, prendere l’impasto e stendetelo in una teglia unta di olio.

Preriscaldate il forno a 220° (statico) e quando raggiunge la temperatura, spennellate la superficie della focaccia con olio, un po’ di sale grosso e mettete in forno per 15 minuti.


Lascia un commento

Pizza

Niente di meglio per festeggiare il rientro a casa di mio padre: una pizzata in famiglia. Con queste dosi ho preparato due teglie: una con radicchio e patate e l’altra margherita. 10940608_10205872342304611_8445662872912606571_nIngredienti per l’impasto:

750 g di farina (io ho mixato farina 0 con farina integrale)
450 ml di acqua tiepida
2 cucchiaini di sale
3 cucchiai di olio extravergine di oliva
1 bustina di lievito di birra

Ingredienti per la farcitura:

passata di pomodoro

1 patata

1/2 radicchio rosso

mozzarella veg

Preparazione:

Attivate il lievito di birra in 50 ml di acqua tiepida con un cucchiaino di zucchero, mescolate e lasciate riposare per 10 minuti.

Nel frattempo mettete nella ciotola della planetaria la farina, il sale, l’olio.

Trascorsi i 10 minuti iniziate ad impastare( con la frusta a gancio) unendo il lievito (che si sarà attivato) e l’acqua tiepida. Impastate finchè la pasta si staccherà dalle pareti e formerà una palla attorno alla frusta.

Trasferite l’impasto in una ciotola cosparsa di farina e lasciate lievitare in un luogo tiepido (io la metto nel forno con la luce accesa) per almeno 4 ore, poi dividete l’impasto in due parti mettendo ciascuna parte in una ciotola più piccola (sempre cosparse di farina) e fate lievitare, sempre coperto con un canovaccio per altre 2 o 3 ore.

Per i condimenti: Sbucciate e tagliate a fettine sottili le patate (tenendole immerse in acqua fredda fino al momento di usarle) e il radicchio a listerelle. Condite il pomodoro con sale,pepe ed un goccio di olio. Tagliate a dadini la mozzarella veg.

Preriscaldate il forno a 220°.

Una volta trascorso il tempo di lievitazione, stendere gli impasti in 2 teglie foderate di carta forno leggermente unta e farcirle:

– margherita: pomodoro e mozzarella

– farcita: pomodoro, strato di patate, leggermente salate e pepate, condite con un filo di olio, radicchio, mozzarella veg.

Prima di informare le pizze, completate con una girata di olio extravergine di oliva e lasciate cuocere per 25 minuti.


Lascia un commento

Focaccia dolce all’uva

Come augurio per il nuovo anno mi è stata regalata una cassettina di uva bianca così ne ho utilizzata un po’ per preparare questa focaccia dolce. Ultimamente quando preparo prodotti che necessitano di lievitazione lenta utilizzo il lievito secco (1 bustina, sciolta in 50 ml di acqua tiepida con un pizzico di zucchero mi da l’equivalente di un cubetto di lievito fresco da 25 g) e vi dirò che se lo sciogliete bene ed attendete i 10 minuti indicati sulla confezione, il risultato della lievitazione è ottimo. Ho utilizzato un mix di farina 0 e integrale (nella proporzione di 400 g farina 0 e 100 g farina integrale)perchè avevo finito la 0: potete tranquillamente utilizzare tutta farina 0.

Buon fine 2014 e buon inizio 2015 a tutti! E che sia un anno pieno di gioia per tutti! 

10897816_10205694385575804_5503351815205905454_n

Ingredienti:

500 g farina 0 (io 400 g farina 0 e 100 g farina integrale)

1 bustina di lievito secco naturale (per me Lievito S. Martino)

100 g zucchero di canna

4 cucchiai olio extravergine di oliva

300 ml acqua tiepida

500 g circa di uva bianca

Preparazione:

Sciogliete il lievito secondo quanto indicato sulla confezione in acqua tiepida ( io l’ho sciolto in un bicchiere con 50 ml di acqua tiepida ed un cucchiaino di zucchero, ho mescolato ed atteso 10 minuti che si attivasse, formando una bella schiuma chiara.)

Nella ciotola planetaria mettete la farina, lo zucchero di canna, l’olio e il sale. Mescolate ed unite il lievito precedentemente attivato e l’acqua tiepida. Impastate a velocita 2 poi 4 (se avete la KitchenAid) fino ad ottenere un impasto morbido che si staccherà dalle pareti.

Lasciate riposare l’impasto in una ciotola, coperta con della pellicola, in luogo caldo per 1 ora.

Nel frattempo preriscaldate il forno ventilato a 180° e lavate sotto l’acqua corrente l’uva.

Trascorso il tempo di lievitazione, prendete l’impasto e stendetelo in una teglia unta di olio. Distribuite gli acini facendoli penetrare leggermente nell’impasto e cospargete la focaccia di zucchero di canna.

Infornate per 45 minuti circa (controllate la cottura). Lasciate raffreddare completamente prima di tagliare a pezzetti.

ecco la mia focaccia, pronta per essere servita.

ecco la mia focaccia, pronta per essere servita.


Lascia un commento

Torta salata di zucchine e fiori

Non ho resistito alla tentazione di comprare i fiori di zucca e, per non farli pastellati e fritti (la morte loro, tra l’altro) ho pensato di preparare una torta salata. Con le dovute accortezze, questo piatto si può tranquillamente “onnivorizzare” utilizzando la mozzarella vaccina e il parmigiano al posto dei corrispondenti vegani. 

torta salata zucchine e fiori

Ingredienti:

400 g zucchine chiare

fiori di zucca

2 spicchi di aglio

qualche pomodoro ciliegino

150 g mozzarisella

80 g parmiveg

1 rotolo di pasta sfoglia veg

olio extravergine di oliva

sale e pepe qb

Preparazione:

Tagliate le zucchine a rondelle. Mettete a scaldare l’olio in una padella ed unite l’aglio spremuto. Aggiungete le zucchine e cuocetele per 10 minuti a fuoco dolce. Aggiungete il prezzemolo e regolate di sale e pepe.

Unite i fiori di zucca (precedentemente lavati ed asciugati con carta assorbente, dopo aver eliminato il pistillo) e lasciate insaporire. Unite anche qualche pomodorino tagliato a rondelle (un tocco di colore!)

Srotolate la pasta sfoglia, bucherellate il fondo coi rebbi di una forchetta e disponetela in una teglia. Spolverizzate la base con un po’ di parmiveg, aggiungete le zucchine, i fiori e i pomodori. Guarnite con fettine di mozzarisella, spolverizzate con altro parmiveg e un filo d’olio ed infornate a 160° (forno ventilato, preriscaldato) per 20 minuti. Trascorso questo tempo, passate la torta salata sotto il grill del forno per 5 minuti.

Servite tiepida.


Lascia un commento

Piadina Romagnola

Essendo romagnola, la piadina è una di quelle cose che devi per forza saper fare…ed ecco qua la mia piadina:
piadina romagnolaper quanto riguarda la farcitura, beh…direi quello che vi dice la vostra fantasia. Un pezzetto con la cioccolata però è d’obbligo!

Ingredienti per 6/7 piadine:

500 g farina 0

6 cucchiai olio extravergine di oliva

2 cucchiaini di sale fino

1 cucchiaino di bicarbonato

250 ml di latte vegetale (soia)

Preparazione:

Disponete la farina sul tagliere o in una ciotola. Formate la fontana ed aggiungete l’olio, il sale e il bicarbonato.

Iniziate a mescolare, aggiungendo un po’ di latte tiepido. Impastate, unendo il rimanente latte, fino ad ottenere una palla liscia.

Fatela riposare.

Riprendete l’impasto, formate un salsicciotto e ricavate 6 o 7 pezzi. Stendetela con l’aiuto di un matterello cercando di dargli una forma il più rotonda possibile.

Cuocete sul testo ben caldo (se non avete il testo, va benissimo una padella antiaderente abbastanza larga) per 3 minuti.


Lascia un commento

Pizza in teglia con farina al farro

Il mio primo esperimento di pizza in teglia utilizzando la farina al farro. Il risultato ottenuto è stato ottimo, una pizza sofficissima, gustosa e digeribilissima. Per condirla ho utilizzato salsa al pomodoro e origano, peperoni arrostiti e porcini trifolati ma potete condirla secondo il vostro gusto, con quello che più vi piace. Le dosi sono per ottenere 2 pizze tonde, io per far prima ne ho fatta una sola, utilizzando una teglia rettangolare.

pizza con farina di farro

Dosi per ottenere 2 pizze:

500 g farina di farro

200 g acqua

100 g latte di soia

1 bustina di lievito per panificazione

20 g olio extravergine di oliva

10 g sale

10 g zucchero

Preparazione:

Mescolate nell’ordine: farina, sale, zucchero, lievito (attivandolo con 50 ml di acqua tiepida) olio infine aggiungete acqua e latte tiepidi.

Impastate per 10 minuti (io ho usato la KitchenAid, velocità 2 per mescolare e velocità 4 per impastare) fino ad ottenere un’impasto liscio e leggermente appiccicoso.

Spostate l’impasto in una ciotola capiente e mettetelo a lievitare in un luogo tiepido, coperto con un canovaccio umido per almeno 2 ore (io utilizzo il forno, spento con la luce accesa).

Passate le 2 ore dovrà essere almeno raddoppiato di volume, come nella foto qui sotto:

impasto pizza in teglia

Riprendete la pasta e, con le mani ben unte d’olio, trasferitela nella teglia, precedentemente unta. Tirate l’impasto dal centro verso l’esterno fino a ricoprirla completamente, tenendo i bordi leggermente più alti.

Coprite con un canovaccio umido e fate lievitare un’altra ora sempre in luogo tiepido. Preriscaldate a 180° il forno statico.

Trascorso il tempo di lievitazione, condite la pizza secondo il vostro gusto personale e infornatela per 30 minuti.

Una volta cotta, lasciatela riposare in forno spento per 5 minuti: in questo modo rimarrà soffice.

Buon appetito!